26/05/2012

Josep Carreras has been interviewed at the Romanian National TV (Part 2)


(Segue dal post precedente)


Immediatamente dopo è nata l’avventura dei Tre Tenori, inizialmente con un unico concerto in occasione dei Mondiali di Calcio di Italia '90 a Roma, un progetto che tutti e tre hanno accolto con entusiasmo, ma che mai avrebbero immaginato che potesse avere una risonanza tale da indurli a continuare con l’avventura alternando periodicamente concerti, dischi e apparizioni. Un momento particolarmente emozionante risale al concerto del 1994 a Los Angeles, con la performance di My Way con Frank Sinatra presente in sala, un momento che viene interamente riproposto in video, e che Josep riguarda con evidente intensità, riproponendo un delizioso sorriso quando l’immagine inquadra Luciano Pavarotti.
Nella sua carriera ha avuto modo di relazionarsi con diversi artisti rumeni, come il tenore Corneliu Murgu, il soprano Ileana Cotrubas, e la gran diva attuale Angela Gheorghiu, la quale gli ha subito dopo fatto una sorpresa telefonando in studio e rivolgendogli in italiano parole piene di affetto e ammirazione, cui Carreras ha ricambiato, sempre in italiano, ringraziandola per il bellissimo gesto con la speranza di poterla riabbracciare presto. La Gheorghiu, emozionatissima, forse riuscirà ad essere presente al concerto, ma ad ogni modo non si risparmia nelle parole mostrando un grandissimo affetto per Carreras, come persona e come artista, un artista amatissimo da tutti,  non solo in Romania.

Non parlando Rumeno, ovviamente non sono in grado di comprendere bene le domande rivoltegli, ma questa in particolare risulta molto gradita al tenore che subito dopo dà una propria visione sulla vita, che a suo modo di vedere va vissuta con passione, mantenendo sempre un certo rigore morale e rispetto per il prossimo, ma senza rinunciare alla libertà con sé stessi: bisogna vivere intensamente in ogni circostanza, la libertà è fondamentale, senza di essa l’uomo non è un uomo, ma un sinonimo di uomo, e anche l’amore è importantissimo, che sia per il prossimo, per la famiglia, per i figli, i nipoti, o per il partner, l’amore è il motore che muove ogni cosa.
L’immagine che Carreras ha di Dio non è quella di uomo con capelli lunghi e barba bianca, ma di colui che ci dà continui stimoli, che ci infonde forza, che ci applaude se ci comportiamo bene e che ci critica quando non ci riusciamo. Ogni umano vive momenti felici e momenti di crisi, ma come diceva Sartrel’uomo deve essere in crisi per essere uomo”, ma l’importante è avere la giusta determinazione e l’appoggio delle persone care per uscirne.
My Way di Frank Sinatra dice “regrets I have a few”, e anche Carreras ha qualche rimpianto, perché ci sono cose che avrebbe potuto fare diversamente, in meglio, e per essere stato debole quando non avrebbe dovuto esserlo, per aver preso qualche decisione sbagliata in ambito personale, perché invece in quello professionale non ha rimpianti al di là di tutto.
Nuovo video, sempre dal medesimo concerto di Los Angeles, il Nessun Dorma, quel finale memorabile e le attenzioni affettuose di Domingo e Pavarotti, pare a quelle di due fratelli maggiori a detta di Carreras, il quale stava sempre in mezzo a loro due: tra loro tre si è creata una solida ed affettuosa amicizia che con il tempo è andata ben al di là del puro rapporto professionale. Domingo, a suo avviso, incarna la musicalità in un tenore, e con la sua straordinaria interpretazione di un personaggio sembra che il compositore dell’opera sia lui stesso, mentre Pavarotti è la quintessenza della voce del tenore, con quella facilità straordinaria nel registro acuto, quel carisma, quella capacità comunicativa e quel sole che aveva nella voce: in definitiva, due delle voci più importanti nella storia dell’opera.
Dopo aver brevemente accennato su cosa verterà il programma del concerto di questa sera presso la Sala Palatului di Bucarest, ovvero opera, zarzuela e brani popolari che i tenori cantano da sempre, Carreras ha ricevuto dal Ministro della Cultura di Romania il premio di Eccellenza nella Cultura a nome del paese.
Un altro video in presenza di Josep Carreras, tratto sempre da un concerto dei Tre Tenori in America, diretto da James Levine, un’interpretazione suppongo improvvisata ma molto divertente di New York, New York.
Qualche parola in più in merito all’attività svolta dalla Fondazione che sta portando avanti un lavoro magnifico, ma che non è mai sufficiente perché ancora oggi troppi pazienti non vincono la battaglia: la guarigione tocca solo 3 su quattro bambini e 2 su 4 adulti. Nonostante questo i progressi sono notevoli, visto che non più di 30 anni fa la malattia era letale per la quasi totalità dei pazienti, e l’impegno non si arresterà finché l’obiettivo non sarà raggiunto, che la leucemia sia curabile per tutti ed in ogni caso. L’intervista si chiude sulle note del Brindisi de La Traviata dal video del concerto di Los Angeles del 1994.

Key facts:

◦ Immediatly after the Three Tenors'adventure started: at the beginning it was meant  as a unique event in occasion of the Soccer World Cup in Rome, 1990. The three of them showed enthusiasm for this project, but could not imagine that this turned out to be such incredible success.
A particularly touching moment dates back to their concert in Los Angeles, 1994: My Way performance in front of Frank Sinatra sitting in the first row. And Josep smiles again while seeing Luciano in the video.
During his career he could work with many romanian artists, such as Corneliu Murgu, Ileana Cotrubas, and the great diva Angela Gheorghiu who joins the show with a phone-call to make him a surprise, praising him a lot in italian, and showing her affection and great admiration to an artist, as she says, loved so much everywhere.
◦ Carreras appreciates a lot a question about life: according to him one has to live with passion, always keeping a certain respect and morality, being free. Freedom is essential, because a man without freedom is not a man but a synonime of man; love is very important too, love for people, for family, children, grandchildren, for the partner... love moves everything.
His idea of God is not of the long haired man with white beard, but of someone who praises you when you act well and criticize you when you don't, someone who gives you continuous strenght. Everyone lives both happy and difficult moments: as Sartre used to say "a man has to go through hard times to be really a man", but the most important thing is one's own determination and your dear ones'love.
Lyrics in My Way say "Regrets I have a few", and Carreras has some ones too: there are things he could have done better, particularly he regrets having been weak when he shouldn't have. Some regrets in personal life, not professional.
◦ New video from the LA concert, Nessun Dorma, when, at the end, both Domingo and Pav take care of him with great affection, like two older brothers. They share(d) a deep friendship grown up time by time.
In his opinion, Domingo embodies tenor musicality, and his great interpretation of characters makes him seem the composer of the opera itself, while Pavarotti is the quintessence of the tenor voice, with such facility in top notes, his charisma, and such sun he had in his voice. Without doubts, they are two of the most important operatic singers in history.
After giving some detail about the program of the concert, Carreras received the Degree of Excellence Award by the romanian Minister of Culture.
At the end of another video of the Three Tenors performing a funny version of New York New York, he talks about his Foundation. It has been doing a great job, but there are still too many patients who loose the battle: actually only 3/4 children and 1/2 adults survive. It's never enough until leukemia will be a curable disease for every patient. The interview ends with one more video. Brindisi from La Traviata.

No comments:

Post a Comment

Recent comments