28/05/2016

JOSEP CARRERAS ENCANTA MILES DE PERSONAS EN HERMOSILLO

Josep Carreras ha aperto il Festival del Pitic di Hermosillo, Messico, con uno straordinario concerto gratuito che ha avuto luogo presso la Plaza Alonso Vidal. Come annunciato, è stato accompagnato dal soprano Elena Rivera e da David Giménez, che ha diretto la Filarmonica dello stato di Sonora e la Camerata di Coahuila.


Una sfida importante e doppia, quella di esibirsi in un luogo per la prima volta e soprattutto davanti a un pubblico sicuramente consapevole del prestigio di un artista del calibro di Carreras, ma non per questo abituato, per la maggior parte, al genere musicale che rappresenta. Tuttavia, migliaia di persone non hanno voluto rinunciare all'opportunità di ascoltarlo dal vivo: ancora una volta, un entusiasmo dilagante sui social network, specialmente su Twitter, con valanghe di foto e addirittura dirette Periscope del concerto sono testimonianze concrete del fatto che la 'doppia sfida' cui si faceva riferimento durante la conferenza stampa è stata stravinta.


Carreras è stato bravo anche nel mettere a punto un programma che mediasse tra le sue proposte consuete ed altre su misura di un pubblico eterogeneo che si è trovato perfettamente a proprio agio nell'ascoltare alcune perle dei compositori più amati, come Manzanero e Lara.

Già dalle prove, cui una parte del pubblico ha potuto assistere, hanno lasciato intravedere alcune delle sorprese in serbo per la serata. Potete vedere alcune immagini e un breve video attraverso El Imparcial: www.elimparcial.com

Tra i brani portanti del concerto, dei quali abbiamo diversi video che sono stati resi disponibili su YouTube, si possono citare Era de Maggio, T'estimo, e ancora Vurria, Passione e The Impossible Dream, oltre a Lejana tierra mía di GardelCanción húngara dalla zarzuela Alma de Dios, El dúo de la Africana, Core 'ngrato Contigo aprendí del compatriota messicano Armando Manzanero

Elena Rivera and Josep Carreras (Twitter)
Tra i bis, Chitarra Romana, una acclamatissima Granada e il duetto con Elena Rivera, Solamente una vez.

Calorose ovazioni e ripetuti bravo per il leggendario tenore che senza ombra di dubbio lascia un ricordo indelebile di questa serata a tutti coloro che ne sono rimasti ammaliati e piacevolmente sorpresi, ascoltandolo dal vivo  per la prima volta, ancora così maestoso in questa fase della sua carriera.

BRAVO, JOSEP!!



ENGLISH

Josep Carreras opened the Festival of Pitic in Hermosillo, Mexico, with an extraordinary free, open-air concert that took place at the Plaza Alonso Vidal. As announced, he was accompanied by soprano Elena Rivera and David Giménez, who conducted the Sonora Philharmonic and the Coahuila Camerata.
A major, double challenge: to perform in a given place for the first time and especially in front of a wide and varied public, which is definitely aware of the prestige of such an artist, but big part of which is not used to the music he offers. However, thousands didn't want to miss the unique opportunity to listen to him live: once again, a spreading enthusiasm on social networks, especially on Twitter, with avalanches of photos and even Periscope livestream of the concert are concrete evidence of the fact that Carreras absolutely won the so-called' double challenge', as he defined that during the press conference. But we all knew that.

Our tenor was also good at planning a kind of program mediating between his usual proposals and other ones which proved to perfectly fit a diverse audience, which felt perfectly at ease listening to a few pearls of their most beloved composers, like Manzanero and Lara.

Already by the rehearsals, which a part of the public was able to attend, some of the surprises of the evening could be guessed. You can see some pictures and a short video through El Imparcial: link above

Between the most remarkable songs of the concert, which we have several videos available on YouTube of, we can mention Era de Maggio, T'estimo, and again Vurria, Passione and The Impossible Dream; in the second part, Gardel's Lejana tierra mía, Canción Húngara from Zarzuela Alma de Dios, El dúo de la Africana, Core 'ngrato and Contigo aprendi by Mexican composer Armando Manzanero.

Among the encores, Chitarra Romana, a highly acclaimed Granada and the duet with Elena Rivera, Solamente una vez. Warm ovations and repeated bravos were addressed to the legendary tenor who, undoubtedly,  has left an indelible memory of this evening to all those who remained fascinated and pleasantly surprised at listening to him live for the first time, still so majestic in this phase of his career.

No comments:

Post a Comment

Recent comments